Primary Nursing: l’evoluzione del team nursing

Il Primary Nursing è l ‘attuale evoluzione del team nursing/ piccole equipe,metodi di erogazione di assistenza in disuso.

IL PN è un metodo di erogazione dell’assistenza fondato sulla relazione ed orientamento ai risultati che prevede un’assegnazione chiara ed individualizzata dei pazienti ad un infermiere di rifermento appunto il Primary Nurse.

Il termine Primary nurse venne utilizzato e teorizzato da Marie Manthey negli anni 70 nell’Ospedale Universitario del Minnesota.

Alcuni teorici statunitensi affermano che il successo di tale metodo non sta soltanto nell’essere un innovativo modo per erogare assistenza ma perchè è un’opportunità per stimolare i professionisti sanitari sempre più annoiati e sfiduciosi verso la professione, a causa del mancato riconoscimento sociale e dall’esclusione dai processi decisionali.

I quattro assiomi del Primary Nursing

1 ATTRIBUZIONI DELLA RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE NELLA PIANIFICAZIONE DELLE CURE

2 ATTRIBUZIONE DEI PAZIENTI AGLI INFERMIERI.

3 COMUNICAZIONE DIRETTA

4 L’ ASSISTENZA 24 ORE SU 24.

1 Assioma

All’infermiere Referente viene attribuito uno o un gruppo di pazienti quindi, vi è una chiara identificazione di chi è il responsabile della presa in carico globale del paziente.

La responsabilità dell’ Infermiere Referente è visibile e riconosciuta ( paziente,famiglia, equipe)

L’infermiere Referente è responsabile della decisione di come deve essere erogata l’assistenza, in sua assenza il personale dovrà ricevere chiare ” istruzioni di assistenza” da parte del referente che guiderà il percorso del paziente anche in sua assenza.

Nella fase interattiva  l’infermiere referente deve decidere come deve essere erogata l’assistenza, identifica i bisogni e i condivide con il paziente i risultati attesi.

Sulla base della raccolta dati ad esempio utilizzando i Modelli Funzionali di Salute( Gordon 1999) può pianificare l’assistenza avvalendosi delle Diagnosi Infermieristiche / Problemi collaborativi.

I’infermiere Referente è responsabile della Pianificazione della dimissione, il suo ruolo in questa fase sarà quella di assicurarsi che i caregiver o altri colleghi possano fornire adeguata e sicura assistenza al paziente anche a domicilio o nel caso di trasferimento in altra struttura.

2 Assioma

I criteri per l’attribuzione  del paziente si base su due criteri specifici:

  • bisogni specifici del paziente
  • capacità/ competenze  e punti di forza dei professionisti.

In questa fase ha un ruolo fondamentale il Coordinatore Infermieristico

il suo ruolo in questa fase è quello di dover attribuire” il giusto professionista al giusto paziente.

Il suo ruolo consiste in :

  1. Riassegnare i pazienti nel caso si modifico i bisogni assistenziali
  2. Analizzare le competenze del suo team infermieristico
  3. Valutare il percorso formativo.

3 Assioma

In questo assioma si nota il cambiamento dell’asse comunicativo, scompare la piramide della comunicazione costituita al suo apice da Coordinatore scendendo Team Leader ed Equipe.

Adesso si assiste ad una comunicazione diretta tra infermiere referente e paziente senza la presenza di intermediari.

4 Assioma

La responsabilità dell’assistenza è h 24.

L’infermiere Referente è responsabile per la qualità delle cure dall’ammissione alla dimissione infatti , come detto, pianifica l’assistenza ma anche la dimissione.

A garanzia della continuità assistenziale Il coordinatore deve facilitare la presenza dell’infermiere Referente attraverso un’oculata programmazione dei turni.

Autore: Sottile Francesco.

Precedente Infermieri e la sfida del cambiamento climatico. Successivo DAE : Defibrillatore Automatico Esterno