L’Evoluzione dell’ Infermiere e il Nuovo codice deontologico


La figura dell’infermiere è in continua evoluzione e per questo servono norme giuridiche e professionali in grado di assistere ed accompagnare il professionista in tutti i futuri scenari che gli si prospettano davanti.

Uno degli argomenti fondamentali che hanno riguardato gli infermieri nell’ultimo anno è proprio l’avvio ai lavori da parte della FNOPI per la stesura di un nuovo codice deontologico che andrebbe a sostituire il precedente ormai vecchio di 10 anni.

Negli ultimi anni numerose sono state le vicende che hanno segnato ed indirizzato lo sviluppo della professione infermieristica, tra le più recenti ricordiamo:

  • La battaglia per il riconoscimento delle competenze avanzate  propugnata dal movimento “noisiamopronti”.
  • L’ approvazione, l’8 marzo 2017, del ddl che Gelli introduce un doppio binario di responsabilità: contrattuale a carico delle strutture sanitarie (pubbliche e private) e dei liberi professionisti, extracontrattuale per l’esercente che svolge la propria attività nell’ambito di una struttura sanitaria. Introduce inoltre l’obbligo per gli esercenti attività sanitaria, operanti a qualsiasi livello, di stipulare adeguata polizza assicurativa per colpa grave e responsabilità civile, al fine di garantire efficacia all’azione di rivalsa nei confronti dell’esercente la professione sanitaria e verso l’assicurato.

     

  • L’ approvazione in Senato, in data 22 dicembre 2017, del Ddl Lorenzin, che sancisce la trasformazione dei Collegi in Ordini per le professioni sanitarie portanto alla nascita nel gennaio 2018 della Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche(FNOPI).

  • Il tanto atteso quanto discusso rinnovo del CCNL per la Sanità pubblica, nel 2018, il quale va a sostituire il precedente, firmato nel 2008 che, oramai vetusto ed anacronistico, mal rappresentava gli interessi dei lavoratori del comparto ( lascio a voi le considerazioni sul nuovo contratto).

Non ci resta che rimanere in trepidante attesa per la pubblicazione del nuovo codice deontologico che rappresenterà, si spera positivamente, il vero punto di svolta per la professione infermieristica definendo chiaramente le nuove competenze e i nuovi scenari d’azione. L’occasione è importante e non va assolutamente sprecata.

Il nuovo codice deontologico rappresenterà l’opportunità per noi infermieri, professionisti intellettuali, di spiccare il volo e di appropriarci veramente della nostra professione lasciando cadere alle spalle quei fardelli di “ausiliarietà” che ancora oggi ci trasciniamo dietro rendendoci dei professionisti a metà.

Per il momento tutto ciò che ci è dato sapere sul prosieguo dei lavori  è che :” questa Federazione ha già attivato le azioni necessarie per procedere all’aggiornamento del Codice Deontologico dell’Infermiere”, come ci conferma la FNOPI.

Nel frattempo noi attendiamo fiduciosi, compensando le carenze e i disservizi che possono eccezionalmente verificarsi ma tutelando il decoro personale e salvaguardando il prestigio della professione.

 

Domenico Giordano

Precedente OSAS (SINDROME DA APNEA OSTRUTTIVA DURANTE IL SONNO) Successivo Mononucleosi, la malattia del bacio.