La revisione sistematica

Le conoscenze sulle quali si basa l’assistenza infermieristica sono cambiate rapidamente e così, una parte di ciò che si insegna agli studenti infermieri, rimane rilevante solamente per una piccola porzione della loro carriera professionale. Comunque, assistere gli infermieri nel mantenersi aggiornati con la ricerca, e trasferire le evidenze risultanti dalla ricerca nella pratica, è stato dimostrato essere un compito difficile. Parte di questo problema è dovuto alla crescita massiccia delle informazioni sanitarie disponibili.

Per queste ragioni, le revisioni sono diventate un mezzo sempre più importante attraverso il quale raccogliere i risultati delle ricerche, classificarli, valutarli e riassumerli. Queste revisioni aiutano a sconfiggere i problemi associati al  vasto numero di ricerche pubblicate e alla variabilità della i qualità degli studi.

La revisione sistematica è un processo di valutazione delle informazioni scientifiche disponibili su un determinato argomento, nel quale tutti gli studi rilevanti sono identificati e valutati criticamente. Si tratta dunque di un lavoro secondario e retrospettivo (poiché si basa su risultati già noti e su studi già pubblicati), in grado di sintetizzare in un unico documento l’insieme delle prove scientifiche a favore o contro un determinato intervento.

Quando i risultati degli studi originali sono sintetizzati, ma non statisticamente combinati, si parla di revisione sistematica qualitativa; quando i risultati dei singoli studi sono combinati statisticamente, si parla revisione sistematica quantitativa o di metanalisi.

Processo di revisione sistematica:

  1. Identificazione di un problema clinico
  2. Sviluppo di un protocollo di revisione
  3. Localizzazione degli studi
  4. Selezione degli studi rilevanti
  5. Valutazione della qualità delle ricerche
  6. Raccogliere i dati dagli studi individuali
  7. Sintetizzare e riassumere i risultati degli studi
  8. Documentare il metodo nel report della revisione

CERCANDO PER LA RICERCA

Una parte cruciale di ogni revisione sistematica è la localizzazione della ricerca riguardante l’argomento di interesse. Il termine “sistematico” è usato per enfatizzare l’approccio sistematico alla ricerca della letteratura. L’obiettivo primario della ricerca è di localizzare la maggior parte possibile dei lavori di ricerca completati sull’argomento, e per facilitare questo processo viene sviluppata una strategia di ricerca.

Come tutte le fasi del processo di revisione, la strategia di ricerca dovrebbe essere documentata in modo sufficientemente dettagliato per permettere ad altri di criticare la sua qualità. Le ricerche per le revisioni sistematiche generalmente includono database elettronici come MEDLINE, CINAHL, Psyclit, Embase, Cochrane Library e Current Contents.

In aggiunta a questo, possono essere esaminati anche altri database più specializzati per aumentare le probabilità di identificare tutti gli studi rilevanti. Possono essere contattate persone ed organizzazioni chiave per identificare lavori perduti, non pubblicati o ricerche in itinere.

Le domande a cui rispondere quando si valuta la strategia di ricerca di una revisione sistematica sono:

• Sono stati usati metodi di ricerca completi per localizzare gli studi?

• È stata condotta una ricerca completa dei database appropriati e sono state esplorate altre fonti potenzialmente importanti?

VALUTARE UNA REVISIONE SISTEMATICA

Le revisioni sistematiche dovrebbero essere condotte con lo stesso rigore di qualsiasi ricerca. Allo stesso modo delle ricerche primarie, queste revisioni seguono un piano predeterminato che dovrebbe essere chiaramente documentato. Questa documentazione del metodo usato significa che le revisioni sistematiche possono essere replicate da altri revisori. Permette anche ai metodi usati per le revisioni di diventare soggetti di valutazione.  Le componenti chiave del processo di revisione sono:

– Formulare un quesito/i di revisione.

– Condurre una completa ricerca della letteratura.

– Valutare gli studi per essere inclusi nella revisione.

– Valutare gli studi in modo critico.

– Sintetizzare i risultati dei singoli studi.

– Riportare i risultati e le raccomandazioni.

Basato su checklist di revisioni sistematiche pubblicate, le seguenti sono le domande più comuni poste durante l’approccio critico di una revisione

 

 

SOGGETTO DOMANDE SPECIFICHE
Quesito Lo specifico proposito della revisione è determinato? Il quesito di revisione è stabilito chiaramente ed esplicitamente?
Ricerca della Letteratura Sono stati usati metodi completi di ricerca per localizzare gli studi? È stata fatta una ricerca completa dei database appropriati e sono state esplorate altre fonti potenzialmente importanti?
Selezione degli studi Come sono stati selezionati gli studi? Sono riportati i criteri di inclusione?
Valutazione critica È valutata la validità degli studi inclusi? La validità degli studi è stata valutata appropriatamente? Sono forniti i criteri di validità?
Somiglianza dei gruppi e dei trattamenti I trattamenti sono sufficientemente simili per essere messi insieme? Le ragioni delle differenze tra i singoli studi sono state esplorate?
Sintesi dei dati I risultati dei singoli studi sono stati messi insieme appropriatamente? I metodi usati per mettere insieme gli studi sono riportati?
Documentazione dei metodi Sono riportati chiaramente i metodi?
Riassunto dei risultati È fornito un riassunto dei risultati? Sono proposte specifiche direttive per nuove ricerche? Le conclusioni sono supportate dai dati riportati?

  
TRASMISSIONE E RACCOMANDAZIONI
 
Visto che le revisioni sistematiche sono intese come un lavoro scientifico, i metodi usati durante la revisione dovrebbero essere
riportati con sufficienti dettagli per permettere la replicazione della revisione e della valutazione critiche dei processi impiegati. Le normali convenzioni utilizzate nella trasmissione dei risultati di qualsiasi attività di ricerca vanno applicati anche alle revisioni sistematica. Le aree che dovrebbero essere incluse in questa descrizione sono: il quesito della revisione, i criteri di inclusione, la strategia di ricerca, i metodi usati per sintetizzare i singoli studi e le informazioni sugli studi identificati. Le domande da porsi quando si valuta la trasmissione del metodo di revisione sistematica includono:

• I metodi di revisione sono stati documentati chiaramente?

• Il quesito della revisione è stato stabilito in modo chiaro ed esplicito?

• Sono state riportate le strategie di ricerca?

• Sono stati riportati i criteri di inclusione?

• Sono stati riportati i criteri di valutazione degli studi? • Sono stati riportati i metodi usati per mettere insieme gli studi?
 
Le conclusioni, le raccomandazioni e le indicazioni per la ricerca e la pratica clinica dovrebbero essere basate sui risultati della revisione. Le domande da porsi quando si valutano i risultati e le raccomandazioni di una revisione sistematica includono:

• È stato fornito un riassunto dei risultati?

• Sono state proposte specifiche direttive per nuove ricerche?

• Le raccomandazioni sono supportate dai dati riportati?


 Tabella 2: Valutazione critica di una revisione sistematica

Quesito di revisione Il quesito di revisione è stato stabilito esplicitamente e chiaramente?
Strategia di ricerca Sono stati usati metodi di ricerca completi per localizzare gli studi? È stata fatta una ricerca completa di database appropriati e sono state esplorate altre fonti potenzialmente importanti? 
Criteri di inclusione Come sono stati selezionati gli studi?
Valutazione critica La validità degli studi è stata valutata appropriatamente?
Sintesi dei dati Come sono stati messi insieme gli studi? I risultati sono stati messi insieme appropriatamente?
Similarità degli studi La popolazione dei differenti studi è simile? È stato valutato lo stesso intervento dai singoli studi? Sono stati usati gli stessi outcome per determinare l’efficacia dell’intervento in esame? Sono state esplorate le ragioni delle differenze tra gli studi?
Trasmissione dei risultati I metodi di revisione sono chiaramente documentati? Il quesito della revisione è stato stabilito in modo chiaro ed esplicito? Sono state riportate le strategie di ricerca? Sono stati riportati i criteri di inclusione? Sono stati riportati i criteri di valutazione degli studi? Sono stati riportati i metodi usati per mettere insieme gli studi? 
Conclusioni e raccomandazioni È stato fornito un riassunto dei risultati? Sono state proposte specifiche direttive per nuove ricerche? Le raccomandazioni sono supportate dai dati riportati?

 

BestPractice: Vol. 2, Numero 1, Anno 2001 
Precedente Efficacia ed efficienza. Indicatori di Performance Successivo L'infermiere e i suoi reati.