Infermieri, come ci vedono i medici?


Condivido di seguito l’estratto di una lettera scritta da un medico, indirizzata ad giornale, dove viene disegnata la figura infermieristica così come appare nella mente del medico, un figura che di fatto sembra così lontana da quello che l’infermiere dovrebbe essere ma, ahimè, forse così vicina alla realtà.

“Poi ci sono gli infermieri che hanno come incarico principale il rilevamento di parametri come temperatura, pressione, perdite dei drenaggi, urine e feci, e la preparazione e corretta somministrazione della terapia ad orari prestabiliti per la varie vie di somministrazione: endovenosa, intramuscolare, sottocutanea, per bocca. Gli infermieri curano anche i referti dei vari esami, del sangue e radiologici e la loro stampa e conservazione. Naturalmente tra i vari incarichi esiste il registro degli ingressi e delle dimissioni, il controllo scorte farmaci, e tante altre incombenze tra cui la principale è la sorveglianza clinica dei pazienti ricoverati in caso di variazioni: febbre, dolore, vomito, difficoltà respiratoria, il soccorso immediato per una scivolata di un paziente in reparto.

Nei PS valutano il paziente per parametri , classificano i codici, e possono inviarlo o al medico del loro reparto o direttamente ad una visita specialistica si chiama Triage.”

A volte vederci con gli occhi degli altri può far male ma può aiutarci a capire dove siamo e verso dove stiamo andando.  Non dobbiamo dimenticare che siamo noi a costruire la nostra immagine. A questo punto io mi chiedo, dopo i tanti passi avanti e le conquista fatte sulla carta da parte della professione infermieristica, nella pratica cosa è cambiato?

D.G.

Precedente Concorso Infermieri - ASST Lodi, 40 posti a Tempo Indeterminato - TERMINE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA ORE 12 DEL 28/03/2019. Successivo Cos'è il Burnout? Come possiamo difenderci?